come la CBD aiuta nei disturbi del sonno

Cos'è un disturbo del sonno?

I disturbi del sonno assumono molte forme diverse e i problemi possono verificarsi in ogni fase del processo del sonno. Può essere quando ci si rilassa e si cerca di addormentarsi, oppure il problema può essere quello di rimanere addormentati. Svegliarsi sporadicamente durante la notte o semplicemente svegliarsi sempre troppo presto sono altri due segni di disturbi del sonno. La loro gravità dipende anche dalla durata di queste fasi di insonnia. Qualsiasi anomalia a lungo termine nel vostro modello di sonno può avere un grande impatto sulla vostra salute generale. I disturbi del sonno possono essere la condizione di salute principale, ma in molti casi sono il sintomo di un'altra causa. Assicurarsi di avere la giusta quantità di sonno ogni giorno è fondamentale per mantenere una buona salute fisica e mentale. Questo articolo tratterà alcuni diversi tipi di disturbi del sonno, le loro cause, le attuali opzioni di trattamento e, infine, come la CBD può aiutare

Due diversi tipi di disturbi del sonno

Il disturbo del sonno più comune è l'insonnia. Le caratteristiche dell'insonnia includono difficoltà a dormire, svegliarsi troppo durante la notte, non riuscire a tornare a dormire, svegliarsi troppo presto e non sentirsi mai riposati dopo il sonno. L'insonnia primaria è quando il disturbo del sonno è il problema principale e non il sintomo di un'altra causa. L'insonnia secondaria viene diagnosticata quando i problemi di sonno sono sintomo di un grave problema di salute. Problemi come la depressione, il dolore cronico, l'artrite, il cancro e altro ancora possono avere come sintomo l'insonnia.

Altre cause includono lo stress, alcuni farmaci, o l'abuso di sostanze o la negligenza. La loro gravità è caratterizzata anche dalla durata di questi periodi di insonnia, oltre che da ciò che li causa. Quando fattori scatenanti come lo stress della vita, fattori ambientali (luce e suono, ecc.), o il disagio emotivo creano problemi di sonno, è considerato acuto. Se l'insonnia è collegata a problemi più grandi che si estendono su un periodo di tempo più lungo, è considerata cronica.

Un altro comune disturbo del sonno è la sindrome delle gambe senza riposo. La RLS è una condizione neurologica non pericolosa per la vita che può causare dolore e disagio. I sintomi della RLS sono prurito, contrazioni, o sensazioni di bruciore, con un bisogno travolgente di muovere le gambe. La causa della RLS non è stata ancora trovata, tuttavia, alcune cose possono peggiorare la situazione. Il fumo, il bere e l'esercizio fisico eccessivo possono causare i sintomi e le sensazioni diventano sicuramente più forti di notte. Questo può far sembrare impossibile andare a dormire e rimanere addormentati.

Opzioni di trattamento attuali per i disturbi del sonno

Brevi periodi di insonnia sono normali e possono essere solo una risposta a stress quotidiani o a fattori ambientali. Tuttavia, se i sintomi dell'insonnia persistono a lungo, allora si dovrebbe cercare un trattamento. Alcune persone preferiscono prendere un'opzione di trattamento non farmacologico. Questo include tecniche come la meditazione, l'allenamento al rilassamento, la terapia cognitivo-comportamentale e altre tecniche di allenamento mentale. Questi metodi possono avere molto successo, ma non è una soluzione rapida. Riallenare il cervello è un compito arduo. Per questo motivo, altre persone preferiscono seguire la via della medicina. I sonniferi, con prescrizione medica e da banco, sono una scelta popolare per molti a causa del loro rapido effetto. I sonniferi possono risolvere i sintomi dell'insonnia, ma non aiutano la causa. L'insonnia è spesso un sintomo di un problema di salute più grande, quindi risolverlo è più efficiente.

Il trattamento per la RLS è in qualche modo simile. Il suo scopo è solo quello di fissare i sintomi del disturbo, non la causa di fondo. Se i sintomi non sono gravi, è necessario un cambiamento di stile di vita per aiutare. Abbandonare il tabacco, la caffeina e l'alcol può migliorare notevolmente i sintomi. La RLS può anche essere un problema isolato, oppure può essere il sintomo di un problema di salute più ampio. Ci sono agonisti della dopamina che possono essere presi per dare sollievo, e anche se sono efficaci, hanno alcuni effetti collaterali negativi. Gli antidolorifici a base di oppioidi sono anche prescritti per fornire sollievo da qualsiasi dolore o disagio che la RLS provoca.

Disturbi del sonno e CBD

Il cannabidiolo, o CBD, è un cannabinoide non psicoattivo che si trova nella pianta di cannabis. Sia le prove basate sull'esperienza che la ricerca scientifica suggeriscono che la CBD può essere d'aiuto per l'insonnia. Il trattamento medico convenzionale per i disturbi del sonno mira a fissare i sintomi come la difficoltà a dormire. La CBD, invece, può affrontare la causa alla base dei disturbi del sonno.

Ad esempio, si può verificare l'insonnia come sintomo di dolore cronico. La CBD si è fatta un nome come opzione di trattamento alternativo per i farmaci antidolorifici a base di oppioidi. Ha un alto profilo di sicurezza ed è considerato a basso rischio di dipendenza. Trattare il dolore che sentite di notte vi permette di eliminare i sintomi dell'insonnia. Il CBD è un antistress naturale e un rilassante muscolare, il che lo rende un'opzione adatta per alleviare i sintomi della RLS. Può aiutare a ridurre la tensione nelle gambe, così come a concentrarsi sugli aspetti neurologici della condizione.

Un altro esempio è l'insonnia indotta dall'ansia. In un studio pubblicato quest'anno, è stata condotta una ricerca sull'effetto della CBD su 72 adulti che soffrono di ansia e di disturbi del sonno. La conclusione è stata che il sonno è migliorato in più di 66% del gruppo e l'ansia è stata ridotta in 79%. Chiaramente sono necessarie ulteriori ricerche, tuttavia, anche su questa piccola scala i risultati sono promettenti.

La cannabis è stata usata per aiutarti a dormire per migliaia di anni. Si ritiene che le sue proprietà indotte dal sonno derivino dal tetraidrocannabinolo (THC), l'elemento psicoattivo della cannabis. L'uso di cannabis ti rende lento, sonnolento e rilassa i muscoli, tuttavia, è anche accompagnato da una sensazione di "stanchezza". Questo lo rende un'opzione di trattamento indesiderabile per molte persone.

Bibliografia:

Buchfuhrer, M. (2012). Strategie per il trattamento della sindrome delle gambe senza riposo. NCBI. Disponibile all'indirizzo: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3480566/ [Acceduto il 16 dicembre 2019].

Shannon, S., Lewis, N., Lee, H. e Hughes, S. (2019). Cannabidiolo nell'ansia e nel sonno: una serie di casi di grandi dimensioni. NCBI. Disponibile all'indirizzo: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6326553/ [Accesso 16 dicembre 2019].

Sconosciuto (2019). Una panoramica dell'insonnia. WebMD. Disponibile all'indirizzo: https://www.webmd.com/sleep-disorders/insomnia-symptoms-and-causes#1 [Accesso 16 dicembre 2019].

Sconosciuto (n.d.). Trattamento | Fondazione Nazionale del Sonno. [online] Sleepfoundation.org. Disponibile all'indirizzo: https://www.sleepfoundation.org/insomnia/treatment [Accesso 16 dicembre 2019].

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_IT
es_ES en_GB fr_FR de_DE pt_PT it_IT
Torna su